Eurovisioni, il canone nell'era della Tv digitale

Eurovisioni, il canone nell'era della Tv digitale

03/10/2014 13:11

Si volgerà Il 9 e 10 ottobre a Roma la 28esima edizione di Eurovisioni che pone al centro il tema "La riforma del canone radiotelevisivo in Europa nell'era digitale".

Ad aprire i lavori, alle ore 15.00 nel Gran Salone dell'Accademia di Francia - Villa Medici in Viale Trinita' dei Monti 1, sarà l'Associazione Infocivica, con un incontro dal titolo "Per una responsabilità pubblica in Italia nelle comunicazioni dell'era digitale" alla presenza di Michel Boyon, presidente di Eurovisioni, Alessandro Picardi, direttore rapporti istituzionali e internazionali Rai, Giampiero Gramaglia, Massimo de Angelis, presidente di Infocivica, Robert Castrucci, Manlio Cammarata, Paolo Luigi de Cesare, Dario Evola, Gianni Bellisario, Stefano Luppi e Bruno Somalvico con le conclusioni di Carlo Rognoni, Antonio Pilati, Gaetano Quagliariello, Antonello Giacomelli.

Seguirà alle ore 18 la proiezione dell'Anteprima del film spagnolo "Prim, El Asesinato En La Calle Del Turco" regia di Miguel Bardem, prodotto da Tv Rtve, durata 98', con: Francesc Orella, Javier Godino, Daniel Grao, Victor Clavijo (versione originale in spagnolo sottotitolata in inglese) e alle ore 21.00 l'anteprima del film portoghese "E Depois Matei-O" regia di Lourenco De Mello, in collaborazione con l'Ambasciata del Portogallo, prodotto da RTP, durata 62', con Isabel Abreu, Sonia Balaco, Albano Jeronimo, Pedro Giestas (versione originale in portoghese sottotitolata in inglese).

Seguici su Twitter @QuoMediaNews



850